Asia

Media EF EPI: 53.00 Popolazione: 4'601'371'198 RNL pro capite: $4,681.54

Margini di miglioramento

Per decenni, l'Asia è stata l'officina del mondo, alimentando lo sviluppo economico in tutta la regione. Tuttavia, per una transizione verso una nuova economia in crescita, sarà necessario un livello di conoscenza dell’inglese più elevata.

Nonostante gli importanti investimenti nell'insegnamento dell'inglese, sia nel settore privato che in quello pubblico, il punteggio medio relativo alla conoscenza dell'inglese in Asia è rimasto stabile negli ultimi cinque anni. Questa media, tuttavia, maschera una sostanziale diversità: l'Asia è la regione con la più ampia gamma di livelli di conoscenza dell'inglese, da Singapore (con un punteggio di 66,82) al Kirghizistan (con un punteggio di 41,51). Quest'anno, nella media regionale ponderata in base alla popolazione, il livello di conoscenza crescente della Cina controbilancia il peggioramento nella maggior parte degli altri Paesi.

Trasformazione dell'insegnamento dell'inglese

Quaranta anni dopo l'apertura della Cina agli investimenti stranieri e alle imprese private, la trasformazione del Paese è notevole. Due terzi della riduzione mondiale della povertà dal 1990 si sono verificati in Cina. Dal 2000, l'attenzione della Cina si è spostata sullo sviluppo di una comunità scientifica di livello mondiale e sulla coltivazione del "soft power" all'estero. Riconoscendo che la conoscenza della lingua inglese è fondamentale per il raggiungimento di questi obiettivi, la Cina ha diffuso l'insegnamento dell'inglese alle scuole di tutto il Paese, passando da un modello di insegnamento basato sulla memorizzazione a un altro basato sulla comunicazione, riformando lo strumento di valutazione nazionale, incentivando il ritorno in patria dei talenti cinesi formatisi all'estero e investendo nella trasformazione delle principali università in istituzioni di ricerca di livello mondiale, che pubblicano sulle migliori riviste in lingua inglese. Pochi leader politici riescono a esercitare questo tipo di pianificazione e controllo a lungo termine nel proprio Paese, tuttavia i pilastri della strategia cinese offrono un modello replicabile del modo in cui la riforma delle politiche e gli investimenti mirati possano aumentare il livello di conoscenza dell'inglese di un Paese.

#5 di 100 paesi o regioni Singapore

Competenza: Alto
Punteggio EF EPI: 66.82

Vedi profilo
#40 di 100 paesi o regioni Cina

Competenza: Medio
Punteggio EF EPI: 53.44

Vedi profilo
#53 di 100 paesi o regioni Giappone

Competenza: Basso
Punteggio EF EPI: 51.51

Vedi profilo

Non solo per i bambini

Le popolazioni di alcuni dei più grandi Paesi asiatici stanno invecchiando rapidamente. In Giappone, ad esempio, il 28% della popolazione ha più di 65 anni. Questo spostamento demografico ha portato il governo giapponese a incoraggiare gli anziani ad andare in pensione più tardi. Tuttavia, se questi dipendenti esperti devono rimanere produttivi in un ambiente di lavoro in rapida evoluzione, le loro carriere più lunghe devono essere supportate da una maggiore offerta formativa, compresa la formazione in inglese. Questo bisogno è particolarmente urgente in Giappone, dove i livelli di conoscenza dell'inglese sono da anni in peggioramento, proprio mentre l'economia ristagna e il commercio globale si sposta in altre zone dell'Asia.

Persino i Paesi più ricchi dell'Asia sono in ritardo rispetto all'Europa nel finanziamento dell'educazione degli adulti all'esterno del posto di lavoro. Questo sistema di controllo dei finanziamenti è insostenibile. Con una forza lavoro che invecchia e una limitata tolleranza dell'immigrazione, Paesi come il Giappone e Corea del Sud devono incoraggiare coloro che già lavorano a sviluppare le proprie competenze. I vantaggi non sono solo professionali; la ricerca suggerisce che l'apprendimento permanente protegge dalla demenza.

Zone con opportunità

Il livello di conoscenza dell'inglese nell'Asia centrale è notevolmente inferiore rispetto al resto della regione, in parte perché il russo è la seconda lingua più insegnata nelle scuole. La regione, tuttavia, sta iniziando a orientarsi maggiormente verso il commercio internazionale, anche con partner esterni all'orbita delle repubbliche post-sovietiche. In particolare, il Kazakistan sta incrementando il suo impegno con la Cina attraverso progetti di alta visibilità come il New Eurasian Land Bridge della Nuova via della seta (Belt and Road Initiative). Nel 2018, il presidente Nursultan Nazarbayev ha annunciato la firma di accordi per 51 progetti di collaborazione tra Cina e Kazakistan e che 1.200 società miste erano già operative. Man mano che l'Asia centrale continua ad aprirsi al commercio globale, farà registrare un bisogno più pressante di persone che parlino inglese.

In Cambogia, Thailandia e Sri Lanka, la mancanza di conoscenza dell'inglese ostacola l'accesso all'occupazione nel settore del turismo, che rappresenta almeno il 10% dell'economia. Con salari relativamente bassi e paesaggi meravigliosi, questi Paesi attraggono già oltre 38 milioni di visitatori all'anno. Questi visitatori sono concentrati principalmente nelle aree di villeggiatura. Per diffondere la ricchezza in modo più equo nelle diverse regioni creando nuovi posti di lavoro nel turismo per un numero maggiore di persone che li desiderano, le scuole dovranno migliorare le modalità di insegnamento dell'inglese a tutti gli studenti.

I sistemi educativi in India e Pakistan affrontano sfide strutturali che vanno al di là dell'insegnamento dell'inglese. Un bambino su 13 in età prescolare nel mondo vive in Pakistan. Un recente studio in India ha rilevato che solo il 27% degli studenti di terza elementare era in grado di risolvere sottrazioni a due cifre e che il 38% non riusciva a leggere parole semplici. Il fatto che così tante scuole in entrambi i Paesi utilizzino l'inglese come lingua di insegnamento, sebbene molti studenti non lo parlino, peggiora soltanto le cose. Tra le altre riforme, i responsabili delle politiche in questi Paesi devono offrire a un maggior numero di studenti la possibilità di essere istruiti nella propria lingua nativa; una politica che, a lungo termine, favorisce effettivamente l'apprendimento dell'inglese, oltre alla comprensione delle materie fondamentali.

Le economie asiatiche hanno registrato una straordinaria crescita economica negli ultimi decenni, guidate da leader che hanno stretto rapporti internazionali e creato solide aziende multinazionali. Man mano che i Paesi asiatici cercano di espandersi nei servizi e nei settori basati sulla conoscenza e man mano che la crescente classe media reclama maggiori opportunità, sarà essenziale offrire una formazione in inglese di alta qualità a un segmento più ampio della popolazione. In molti casi, ciò significherà migliorare l'istruzione in inglese nelle scuole. In alcuni contesti, l'istruzione per gli adulti ha un'importanza quasi uguale.

Divario di Genere

In media, uomini e donne in Asia parlano inglese praticamente allo stesso livello. Tuttavia, le differenze di genere possono essere ampie nei singoli Paesi. La metà dei territori esaminati quest'anno in Asia ha registrato un divario di genere di un punto o più. In Afghanistan e nelle Maldive, le donne hanno superato gli uomini di almeno due punti. In Malesia sono stati gli uomini a superare le donne con margini significativi.

Divario Generazionale

Oltre agli adulti di età compresa tra i 26 e i 30 anni, per ogni fascia di età si sono registrati punteggi relativi al livello di competenza dell'inglese più bassi rispetto allo scorso anno e, come in Europa, ora sono i professionisti con meno di trent'anni a possedere, nel complesso, il più alto livello di conoscenza dell'inglese.

  • Media

Altre regioni

Europa

Le competenze in inglese continuano a rimanere arretrate nei Paesi ai margini del continente europeo.

Vedi profilo

America Latina

Dopo anni di immobilità, i piani per migliorare il livello di conoscenza dell'inglese in America Latina si stanno realizzando.

Vedi profilo

Africa

Un livello migliore di conoscenza dell'inglese aiuterebbe gli investitori stranieri e i loro partner africani a fornire contratti più trasparenti e una cooperazione più efficace.

Vedi profilo

Medio Oriente

In alcuni Paesi, il problema sembra essere l'accesso disomogeneo alle risorse per l'insegnamento dell'inglese.

Vedi profilo